Archivi tag: tenerezza

Buon Natale!

In questa santa notte, mentre contempliamo il Bambino Gesù appena nato e deposto in una mangiatoia, siamo invitati a riflettere.
Come accogliamo la tenerezza di Dio? Mi lascio raggiungere da Lui, mi lascio abbracciare, oppure gli impedisco di avvicinarsi? “Ma io cerco il Signore” – potremmo ribattere.
Tuttavia, la cosa più importante non è cercarlo, bensì lasciare che sia Lui a cercarmi, a trovarmi e ad accarezzarmi con amorevolezza.
Questa è la domanda che il Bambino ci pone con la sua sola presenza: permetto a Dio di volermi bene?
Associazione Spazio Genitori, Torino
——————————————————————————————–
O Bambino di Betlemme,
tocca il cuore di quanti sono coinvolti
nella tratta di esseri umani,
affinché si rendano conto
della gravità di tale delitto contro l’umanità.
Volgi il tuo sguardo ai tanti bambini
che vengono rapiti, feriti e uccisi
nei conflitti armati,
e a quanti vengono trasformati in soldati,
derubati della loro infanzia.
Signore del cielo e della terra,
guarda a questo nostro pianeta,
che spesso la cupidigia e l’avidità degli uomini
sfrutta in modo indiscriminato.
Papa Francesco

L’AMORE E’ CALMO E SUSSURRA

Un giorno Meher-Baba fece ai suoi questa domanda: “Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?”.
Ci pensarono un istante e poi risposero: “Perché perdono la calma – disse uno di loro -. Per questo gridano!”.
“Ma perché gridare quando l’altra persona ti sta accanto, vicino?” – chiese Meher-Baba. “Non le puoi parlare a voce bassa? Non ti sente forse lo stesso?”.
I discepoli diedero altre risposte, ma nessuna di esse risulto soddisfacente al Maestro.
Alla fine Meher-Baba spiegò: “Quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano molto. Per coprire la distanza dei cuori si mettono ad urlare per potersi sentire più vicini. E più sono arrabbiate e più gridano, per superare la loro distanza”.
Poi il Maestro Meher-Baba chiese: “E che cosa succede quando due persone si innamorano? Non gridano, parlano dolcemente. I loro cuori infatti sono molto vicini. La distanza tra loro e ridottissima. E quanto più si amano teneramente tanto più non parlano, ma sussurrano e si guardano negli occhi. Alla fine non avranno neppure bisogno di tanti discorsi. Il loro stesso cuore parla. Avviene questo quando due persone si amano”.
Concluse Meher-Baba: “Quando discutete non lasciate che i vostri cuori si allontanino, non dite parole che aumentino la distanza; cosi facendo infatti potreste divenire alla fine incapaci a riavvicinarvi. Abbracciatevi, invece, con affetto, guardatevi negli occhi e state vicini, tenendovi per mano e stringendole forte”.
(Anonimo)
https://www.facebook.com/intemirifugio