Archivi tag: quaresima

Un piccolo passo in avanti


La riforma della Settimana santa del 1955 diede la facoltà di compiere la lavanda dei piedi a dodici uomini durante la Messa nella cena del Signore.
Per manifestare questo pieno significato del rito a quanti partecipano, è parso bene al Sommo Pontefice Francesco mutare la norma così che i pastori possano scegliere un gruppetto di fedeli che rappresenti la varietà e l’unità di ogni porzione del popolo di Dio. Tale gruppetto può constare di uomini e donne, e convenientemente di giovani e anziani, sani e malati, chierici, consacrati, laici.
Per leggere tutto il documento clicca qui!

Annunci

Vivere la quaresima

download
La Quaresima è una via: ci conduce alla vittoria della misericordia su tutto ciò che cerca di schiacciarci o ridurci a qualunque cosa che non sia secondo la dignità di figli di Dio. La Quaresima è la strada dalla schiavitù alla libertà, dalla sofferenza alla gioia, dalla morte alla vita. Il gesto delle ceneri, con cui ci mettiamo in cammino, ci ricorda la nostra condizione originaria: siamo stati tratti dalla terra, siamo fatti di polvere.
Sì, ma polvere nelle mani amorose di Dio che soffiò il suo spirito di vita sopra ognuno di noi e vuole continuare a farlo; vuole continuare a darci quel soffio di vita che ci salva da altri tipi di soffio: l’asfissia soffocante provocata dai nostri egoismi, asfissia soffocante generata da meschine ambizioni e silenziose indifferenze; asfissia che soffoca lo spirito, restringe l’orizzonte e anestetizza il palpito del cuore. Il soffio della vita di Dio ci salva da questa asfissia che spegne la nostra fede, raffredda la nostra carità e cancella la nostra speranza.
Papa Francesco
Per leggere tutto l’intervento clicca qui!

Mercoledì delle ceneri

A trauma team physician and nurse push a patient into the operating room.

Signore, accogli le preghiere e i lamenti di coloro che soffrono
e di quanti si adoperano per alleviarne il dolore.
Tu che hai percorso la via del calvario
e hai trasformato la croce in segno di amore e di speranza
conforta coloro che sono afflitti, soli e sfiduciati.
Donaci: la pazienza sufficiente per sopportare le lunghe attese,
il coraggio necessario per affrontare le avversità,
la fiducia per credere in ciò che è possibile,
la saggezza per accettare ciò che è rimasto irrisolto,
la fede per confidare nella tua Provvidenza.
Benedici le mani, le menti e i cuori degli operatori sanitari
perché siano presenze umane e umanizzanti
e strumenti della tua guarigione.
Aiutaci Signore a ricordarci che non siamo nati felici o infelici,
ma che impariamo ad essere sereni dinanzi alle prove della vita.
Guidaci, Signore, a fidarci di Te e ad affidarci a Te.
Amen.
Fonte: http://www.diocesi.torino.it/diocesitorino/allegati/66895/QDF%202017%20SUSSIDIO%20PER%20IL%20WEB.pdf

Risorgere dal peccato

La Quaresima ci serve perché tutti noi, che siamo peccatori, non finiamo attaccati al peccato, ma possiamo sentire quello che Gesù ha detto a Lazzaro: «Gridò a gran voce: “Lazzaro, vieni fuori!”» (Gv 11,43).
Oggi vi invito a pensare un attimo, in silenzio, qui: dove è la mia necrosi dentro? Dove è la parte morta della mia anima? Dove è la mia tomba? Pensate, un minutino, tutti in silenzio.
Pensiamo: qual è quella parte del cuore che si può corrompere, perché sono attaccato ai peccati o al peccato o a qualche peccato? E togliere la pietra, togliere la pietra della vergogna e lasciare che il Signore ci dica, come ha detto a Lazzaro: «Vieni fuori!». Perché tutta la nostra anima sia guarita, sia risorta per l’amore di Gesù, per la forza di Gesù. Lui è capace di perdonarci.
Tutti ne abbiamo bisogno! Tutti. Tutti siamo peccatori, ma dobbiamo stare attenti a non diventare corrotti! Peccatori lo siamo, ma Lui ci perdona.
Papa Francesco, omelia del 6 aprile 2014
Per leggere tutta l’omelia clicca qui!

 

Un attimo di pace

Oggi vi voglio presentare il sito unattimodipace.it promosso dalla diocesi di Padova e dal suo vescovo.
Accedendo al sito non si ha subito l’impressione della complessità dell’iniziativa che racchiude, bisogna navigarci un po’ dentro per capire qualcosa. Si tratta,  e qui cito da “settimana” n.9-2013 , di un esperimento di pastorale blended (un mix di ambienti d’apprendimento diversi) in preparazione della Pasqua 2013.
La proposta è rivolta in particolare agli adulti e comprende la comunicazione digitale nelle sue varie forme (sito, twitter, facebook), un’accompagnamento quotidiano sotto forma di newsletter e una serie di appuntamenti sul territorio. Una proposta che pone più l’accento sul dare (un attimo di pace) che sul chiedere (un impegno quaresimale).
Da visitare e approfondire!
Franco Rosada