Archivi tag: identità

“Femministe” musulmane

«Essere una musulmana non è facile. Essere una musulmana italiana è ancora più difficile, tutti ti guardano con sospetto. Prova tu a presentarti a un colloquio di lavoro con il velo, pur avendo un nome e un cognome italianissimo. Ma credo che tutte queste difficoltà fortifichino la fede»…
«E’ uno stereotipo pensare che le donne si convertano per volontà di un uomo. Nell’Islam trovano piuttosto valori diversi, si sentono maggiormente protette, non sono oggetto di mercificazione e ritrovano una dignità perduta»…
«l’Islam ti regala un nuovo nome, nuove regole di vita quotidiana, e lo fa in un momento di grande crisi economica e sociale»…
«Fino ad un certo punto il velo è stato considerato un simbolo di sottomissione. Tuttavia oggi questo stesso simbolo si trasforma in uno strumento identitario»…
Si parla di femminismo islamico anche nelle comunità di convertite italiane. Non ci si concentra più sui concetti di obbedienza e di poligamia. Ma si mette in luce come nel Corano sia sancito il diritto delle donne al divorzio, al proprio patrimonio e alla propria individualità… A questo si somma il profondo senso di ingiustizia che si prova come madri di fronte a una comunità percepita come perseguitata e come donne di fronte agli abusi di una società che usa il corpo di una donna come merce».
Marta Serafini, Corsera,  13 ottobre 2015
Per leggere tutto l’articolo clicca qui!

Annunci

Sesso, gender e queer

Susy Zanardo è donna, mamma, docente di antropologia filosofìca e filosofia morale all’ Università Europea di Roma. Recentemente ha pubblicato su Aggiornamenti sociali un saggio che fa il punto sul dibattito m corso su Gender e differenza sessuale.
L’ha scritto perché «c’è molta letteratura in giro su questo tema, ma di solito è poco serena, poco rigorosa, fatta più di contrapposizione  ideologica che di comprensione reciproca».
Il motivo è che «la discussione è spesso condotta a livello emozionale, con reazioni anche violente, in quanto coinvolge la parte più intima e vulnerabile della nostra identità e relazionalità».
Per questo la intervistiamo, per provare a capire, con rigore ma serenamente, un tema che divide.
Per leggere tutto l’articolo, tratto da Città Nuova, n.17 2014, clicca qui!

Gender, famiglia e dintorni

Per chi ha pazienza e interesse ho realizzato un breve elenco di documenti recenti legato al tema del gender.
Franco Rosada

Costanza Miriano, Le nozze omosessuali spiegate ai miei figli, 26 aprile 2013
http://costanzamiriano.com/2013/04/26/le-nozze-omosessuali-spiegate-ai-miei-figli-eta-media-9-anni/
Mario Adinolfi, Voglio la mamma, 18 gennaio 2014
http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it/2014/01/18/conclusioni_anche_politiche.html
Agenzia SIR, Il diritto di dissentire, Prima pagina, 18 giugno 2014
http://www.scienzaevita.org/rassegne/ccad994876b77998c7fa7f4d156cef64.pdf

A- Ministero delle pari opportunità – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (UNAR): Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere, Consiglio d’Europa
http://www.pariopportunita.gov.it/images/strategianazionale_definitiva%20_logocoenuovo.pdf
B- Ivan Gasparotto, Misure urgenti in materia di discriminazione razziale, etnica e religiosa, ovvero fondata sull’omofobia o sulla trans fobia, DdL 1052
http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/wp-content/uploads/2013/11/DdL-1052-contro-omofobia-passato-alla-camera.pdf
Ufficio regionale per l’Europa dell’OMS e BZgA, Standard per l’Educazione Sessuale in Europa, versione italiana dicembre 2011
http://www.aispa.it/attachments/article/78/STANDARD%20OMS.pdf

Viviana Daloiso, Sessualità, dall’Oms linee ambigue, Avvenire, 5 novembre 2013
http://www.avvenire.it/famiglia/Pagine/sessualita-oms-linee-ambigue.aspx
Pietro Riccio, Il sesso all’asilo, Città nuova, n.1 2014
http://rivista.cittanuova.it/FILE/PDF/articoloCN27729.pdf
Conferenza Episcopale Triveneto, Nota dei Vescovi del Triveneto su alcune urgenti questioni di carattere antropologico e educativo. Il compito educativo è una missione chiave! 2 febbraio 2014, 36ª Giornata nazionale per la Vita
http://www.diocesitv.it/treviso/allegati/5635/CET%20NOTA%20QUESTIONI%20EDUCATIVE%202%20febb%2014.pdf
Domenico Delle Foglie, La famiglia fuori gioco, agenzia SIR, 25 marzo 2014
https://gruppifamiglia.wordpress.com/2014/03/28/la-famiglia-fuori-gioco/
La manif pour tous Italia & Forum famiglie dell’Umbria, Vademecum per genitori. Dodici strumenti di autodifesa dalla teoria del “gender” per genitori con figli da 0 a 18 anni.
http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/wp-content/uploads/2014/02/Manif-Forum-Vademecum-per-genitori.pdf
Marguerite A. Peeters, La nuova etica globale: sfide per la Chiesa, Institute for Intercultural Dialogue Dynamics asbl
http://www.portalefamiglie.it/allegati_news/LA_Nuova_Etica_Globale_.pdf
Simone Pillon, Le radici storico-filosofiche dell’indifferentismo sessuale, La manif pour tous Italia
http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/wp-content/uploads/2014/05/indifferentismo-sessuale.pdf
La manif pour tous Italia, L’ideologia di genere
http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/wp-content/uploads/2014/05/ideologia-di-genere.pdf
Chiara Atzori, Genere o gender? Una lettura scientifica, La manif pour tous Italia
http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/wp-content/uploads/2014/06/Genere-o-Gender-Una-lettura-Scientifica.pdf
I quaderni di Scienza & vita, Identità e genere, marzo 2007
http://www.gruppifamiglia.it/anno2014/quaderno_2_scienza_e_vita.pdf

Identità e differenza

L’idea di identità non è l’unità dell’omogeneo, ma l’armonia del differente.
Così la differenza e la complementarietà sessuale esprimono massimamente questa legge fondamentale dell’esistenza come inscritta nella carne dei soggetti.
In primo piano nella differenza sessuale non è il suo possibile effetto riproduttivo, ma la sua differenzialità come essenziale all’identità umana stessa, indispensabile alla scoperta, conferma e crescita dell’identità.
Una visione del mondo da cui sia escluso l’altro differente è una visione che chiude il soggetto in una condizione egocentrica sino al narcisismi (oggi non casualmente così diffuso).
Francesco Botturi, tratto da Noi, genitori e figli, n.176