Archivi tag: Forum delle associazioni familiari

La famiglia è solo uomo-donna


Con schiettezza e realismo Papa Francesco condivide le sue riflessioni sulla famiglia, nella sua bellezza e nelle sue cristi, durante l’udienza di questa mattina ai membri del Forum delle Associazioni familiari. L’organismo, guidato da Gigi De Palo, riunisce complessivamente oltre cinquecento associazioni (una «famiglia di famiglie», la definisce Francesco) e festeggia quest’anno il 25esimo anniversario della sua nascita.
Ai delegati del Forum il Pontefice rivolge un discorso tutto a braccio cestinando quello preparato perché, spiega, «mi sembra un po’ freddo».
È «doloroso» per il Papa è il fatto che oggi «si parla di famiglie diversificate, di diversi tipi di famiglia. Sì, è vero che famiglia è una parola analoga, si dice anche “la famiglia delle stelle”, “la famiglia degli alberi”, “la famiglia degli animali”… Ma la famiglia immagine di Dio è una sola, quella tra uomo e donna… il matrimonio è un sacramento grande».
È la visione che lo stesso Bergoglio ha provato a infondere nella sua esortazione apostolica Amoris laetitiaPeccato che «alcuni hanno ridotto l’Amoris laetitia ad una sterile casistica “si può-non si può”», dice, riferendosi chiaramente alle infinite polemiche e dubbi che ne hanno accompagnato la pubblicazione specie per la presunta apertura ai sacramenti per i divorziati risposati. «Non hanno capito nulla», afferma Francesco; nella sua esortazione «non si nascondono i problemi» ma si va ben oltre la casistica. Basta leggere il quarto capitolo che «è il nocciolo» del documento che «parla della spiritualità di ogni giorno».
Vatican Insider, La Stampa,  16 giugno 2018
Per leggere tutto l’articolo clicca qui!
Per leggere i testi degli interventi di Gigi De Palo e di papa Francesco clicca qui!

Annunci

Le amministrative 2016 e le famiglie

Forum delle Associazioni Familiari

Elezioni comunali giugno 2016
In occasione del prossimo rinnovo dei consigli comunali il Forum delle Associazioni Familiari invita i cittadini che credono nella famiglia a far sottoscrivere ai candidati sindaci tre temi che poi si impegneranno ad attuare nel corso del loro mandato.
Per scaricare il volantino con l’elenco dei temi proposti
clicca qui!
Il volantino andrà completato, firmato dal candidato e spedito a Roma.
Per scaricare la lettera di presentazione dell’iniziativa
clicca qui!

IL DIVORZIO È DA PREVENIRE

Novantamila coppie che si separano in un anno (insieme a oltre 50mila coppie che divorziano), rispetto ad un numero di matrimoni in costante calo (di poco superiori ai 200mila) confermano lo stato di fragilità delle relazioni di coppia…
Questa perdurante fragilità del legame di coppia dovrebbe preoccupare molto di quanto non succeda oggi i servizi socio-sanitari, ed esige, dal nostro punto di vista, maggior sostegno e interventi preventivi…
Ed invece a questa emergenza di stabilità sociale lo Stato sembra capace di rispondere unicamente sciogliendo qualche nodo burocratico e tagliando i tempi di attesa per arrivare al divorzio…
Occorre invece tentare di prevenire la separazione, non limitarsi a curare le sue conseguenze! Missione possibile, visto che laddove alcuni soggetti (soprattutto in ambito ecclesiale come nei percorsi di Retrouvaille o nei progetti della Casa della Tenerezza di Perugia, dove la percentuale di coppie che evitano la separazione, quando accompagnate, è tra il 60 e il 70%) hanno tentato di sostenere le coppie in crisi, i risultati sono significativamente positivi: nella maggioranza dei casi si riesce a superare la crisi, proteggendo così la continuità del progetto di coppia e di famiglia, oppure si introducono elementi di attenuazione dei conflitti che sono più efficaci della “mediazione ex post”. Ad esempio ipotizzando, per i figli, la costruzione di un “progetto educativo” esplicito e formalizzato, da condividere e sottoscrivere da parte di entrambi i partner, prima della vita da separati o della esasperazione del conflitto.
Come Forum delle associazioni familiari più che discutere sui tempi abbiamo chiesto di riempire di contenuti questo tempo con servizi di mediazione…
Quello che ci interessa è un sistema sociale che non lasci la coppia da sola davanti alle sue fragilità: sola, che non vuol dire più libera, ma vuol dire abbandonata a se stessa.
Francesco Belletti
Per leggere tutto l’articolo clicca qui!