Archivi tag: coppie di fatto

Il divorzio facile

La Camera ha approvato ieri in via definitiva il pacchetto per lo smaltimento dell’arretrato delle cause civili. Tra le norme fa discutere quella del cosiddetto divorzio facile, che in assenza di figli può essere chiesto e ottenuto dai coniugi stessi recandosi semplicemente davanti al sindaco del proprio comune di appartenenza. Plaude il ministro della Giustizia Orlando, mentre le associazioni familiari esprimono preoccupazione…
Per leggere tutto l’articolo clicca qui!

Matrimoni in crisi

“Il matrimonio religioso è in crisi epocale, ma non è che i matrimoni civili stiano meglio. Le coppie di fatto, però, pur in aumento non sono un elemento determinante: tra coppie unite in matrimonio, religiose e civili, e coppie di fatto non si raggiunge minimamente il livello di intensità di coppie che si aveva nei precedenti decenni.
Il tasso di responsabilità dei legami diventa sempre più basso. In Italia le unioni di fatto – 1.200.000, su 14 milioni di coppie – sono una su 11, vale a dire che per ogni coppia di fatto ce ne sono 10 unite in matrimonio.
Oggi la forma di ‘non famiglia’ che risulta in crescita è quella delle coppie di fatto non conviventi, dunque a bassissimo tasso di responsabilità. In Italia cinque milioni di persone, tra i 25 e i 50 anni, vivono da sole: è chiaro che gran parte, o almeno una buona parte di queste, non può non vivere in coppie di fatto non conviventi.
Vivere in due case diverse lascia infatti un margine di manovra assoluta ai due membri della coppia, che però corrisponde benissimo alle necessità dell’individualismo imperante”.
Agenzia SIR, 27 ottobre 2014
Per leggere tutto l’articolo clicca qui!
Su questo tema vedi anche l’articolo di Chiara Saraceno.

Le nuove famiglie

Questo è il titolo di un dossier pubblicato oggi, 3 febbraio, su “Il Sole 24 ore”.
Ve lo segnalo perché, al di là del contenuto dei diversi articoli, largamente favorevoli alle unioni di fatto, sono riportati interessanti grafici – presumo attendibili – che però non vengono commentati.

dati "Il Sole 24 ore" del 3 febbraio 2014

dati “Il Sole 24 ore” del 3 febbraio 2014

Il dato più interessante è quello, come cita anche il commento al grafico, delle unioni libere, coloro che scelgono di non sposarsi: sono probabilmente “coppie di fatto”, che a noi sembrano così numerose perché oltre la metà di coloro che frequentano i corsi pre-matrimoniali sono conviventi, ma che sul numero complessivo delle famiglie – 24 milioni – fanno solo il 4%.  Questo perché, salvo casi isolati, la convivenza è solo uno stato “transitorio”. Forse andrebbero aggiunti anche i mono-genitori non vedovi, ma quanti di questi sono coppie di “fatto” non dichiarate o frutto di finte separazioni, entrambi metodi usati per eludere il fisco?
A me sembra che il numero più importante sia costituito dai single non vedovi – azzardo – persone o mai sposate o , purtroppo,  separate.
Franco Rosada