Archivi tag: angelo

Non è qui!


Nel vangelo di Marco ciò che l’angelo dice alle donne è grandioso, ma a quanto riferisce Maddalena ai discepoli, l’unica cosa che comprendono è che Gesù non è lì, dove era certo dovesse essere. L’hanno portato via…
Assomiglia agli appuntamenti nella nostra vita, incroci della storia dove ti aspetti di trovare un punto fermo, una certezza: la fine di un periodo difficile, la fine della vita, la fine di un rapporto, cioè una cosa che non possiamo cambiare: siamo costretti ad arrenderci all’evidenza.
Proprio qui chiediamo aiuto, invochiamo a gran voce nel silenzio del cuore la Sua presenza: e Lui non è lì.
Come le donne attraversiamo le difficoltà, le malattie, le separazioni, i cambiamenti, e provate da tutto questo scorgono che l’unica loro certezza, che tutto è finito, è stata rotolata via…
La pesantezza del rivivere i vari passaggi faticosi ci assale, lasciandoci solo la paura… Come posso andare avanti? Iniziare tutto da capo? Chi ci libera da questo peso che ci schiaccia dentro e non lascia spazio alla speranza?
Il pensiero di quello che ci aspetta, ci schiaccia nel presente.
Ma Gesù ci precede, dove aveva detto. A casa nostra, in Galilea.
Ci precede nei luoghi della nostra vita di ogni giorno, rotolando via la pietra delle nostre paure, invitandoci a custodire la speranza che nasce dalla certezza della Pasqua, dalla certezza che lui è sempre con noi, con il dono del suo Spirito.
Lui cammina al nostro fianco, come nella sera di Pasqua verso Emmaus.
Buona Pasqua ad ognuno di noi. Il Risorto e il suo Spirito ci sono accanto sempre, qualunque cosa accada. Anche se noi lo rifiutiamo, lo dimentichiamo, non lo vogliamo. Può una mamma dimenticarsi di suo figlio? E se anche fosse possibile, Dio il Signore non se ne dimenticherà mai…
Renato e Antonella Durante

Annunci

Non abbiate paura!

Queste sono le parole dell’angelo alle donne di fronte alla tomba vuota!
In questo periodo possiamo avere tanti motivi per avere paura: è proprio il caso di fare una vacanza in Tunisia o in Kenya? Sono così tranquillo quando salgo su un aereo? Se vado in pellegrinaggio alla Sindone, con tutta quella gente, non c’è il rischio che succeda qualcosa?
E poi ci sono le nostre paure quotidiane: se mai andrò in pensione, riuscirò a campare? Dovrò passare tutta la mia vita facendo lavori precari? Cosa mi serve studiare se poi non trovo lavoro? Quando avremo i soldi per andare a vivere insieme, mettere al mondo un figlio?
Perché non dobbiamo avere paura? Perché, come dice l’angelo alle donne, il Signore ci precede, ci indica la via. Come possiamo avere paura con una guida così, con il suo vangelo?
E, allora, coraggio, viviamo senza arroccarci tra coloro che conosciamo, apriamoci alla vita, inventiamoci un lavoro, perché il Signore ci precede!
don Davide Pavanello (sintesi della redazione)