Archivi categoria: Gruppi Famiglia

Convivenza e matrimonio

Il numero di settembre della rivista Gruppi Famiglia sarà dedicata all’Esortazione apostolica Amoris laetitia.
Mi fa piacere condividere con voi un’anticipazione, questa bella risposta di Anna Lazzarini.
Franco Rosada

Mi sembra che AL sia arrivata un po’ in ritardo: ormai i giovani convivono, che senso ha ancora parlare di “per sempre”? Teresa
La verità del sogno di Dio sulla coppia umana non è cambiata dal momento della creazione “Dio creò l’uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina li creò”(Gen 1,27) e “i due saranno una carne sola” (Gen 2,24) non è un prodotto a scadenza, qualunque siano le strade che il peccato indica alla persone.
Se l’immagine di Dio è una comunione di persone è chiaro che l’unione tra uomo e donna potrà rompersi quando si romperà tale comunione, cioè MAI!
Oggi pare che l’affermazione del proprio io sia il percorso verso la felicità: l’esatto opposto di quanto propone il Vangelo che non è mai contro la gioia dell’uomo!
Il ‘per sempre’ non parte da un comando esterno: è un discorso di mistica, non di legge che risponde alla profonda esigenza dell’amore vero, non di quello che, in realtà, è solo un egoismo scambiato a due, dove ognuno, in qualche modo, usa l’altro per stare bene lui.
Pensa a quanta letteratura e musica sono nate dalla sofferenza per un amore perduto: questo ci dice quanto il “per sempre” sia insito nel nostro profondo… poi ci sono le paure, la mode, la scarsa catechesi, spesso l’assenza di testimonianza e di educazione alla Fede.
Temere un impegno riconosciuto e rinunciare al Sacramento sono una perdita, non una ricerca della gioia!
Anna Lazzarini

Annunci

Benigni e Francesco

In attesa del numero di marzo della rivista Gruppi Famiglia, che avrà come tema “Vivere con gioia e nella gioia”, voglio condividere con voi questa bella chicca che mi ha segnalato Marzia.
Franco Rosada
La gioia è il gigantesco segreto del cristianesimo. Il cristianesimo si è costituito con la gioia, dobbiamo aprirla e farla uscire perché la gioia è così, è l’elemento costitutivo del cristianesimo…
Francesco cammina cammina e a volte sembra veramente affaticato e lo è, perché? Perché sta tirando tutta la Chiesa con sé, la sta traghettando verso un luogo del quale ci eravamo quasi dimenticati, non ci pensavamo più: la sta tirando verso il cristianesimo, verso Gesù Cristo, verso il Vangelo!
http://m.ilmessaggero.it/primopiano/articolo-1478021.html

 

Chiesa e misericordia

Ci vengano riferite le voci di alcuni che, sebbene accesi di zelo per la religione, valutano però i fatti senza sufficiente obiettività né prudente giudizio. Nelle attuali condizioni della società umana essi non sono capaci di vedere altro che rovine e guai; vanno dicendo che i nostri tempi, se si confrontano con i secoli passati, risultano del tutto peggiori; e arrivano fino al punto di comportarsi come se non avessero nulla da imparare dalla storia, che è maestra di vita, e come se ai tempi dei precedenti Concili tutto procedesse felicemente quanto alla dottrina cristiana, alla morale, alla giusta libertà della Chiesa. A Noi sembra di dover risolutamente dissentire da codesti profeti di sventura, che annunziano sempre il peggio, quasi incombesse la fine del mondo […] Quanto al tempo presente, la Sposa di Cristo preferisce usare la medicina della misericordia invece di imbracciare le armi del rigore; pensa che si debba andare incontro alle necessità odierne, esponendo più chiaramente il valore del suo insegnamento piuttosto che condannando.
Giovanni XXIII (Gaudet Mater Ecclesia, 11 ottobre 1962)
Fonte: Agenzia Zenit, 28 ottobre 2013, Verso il Sinodo sulla famiglia 2014

The first international family group

E’ nato il primo gruppo famiglia internazionale!
Ne fanno parte coppie italiane, portoghesi, filippine, indiane e olandesi e si ritrovano presso la parrocchia di sant’Agostino a Utrecht, Olanda.
Ringraziamo Vito e Santina per averci voluto comunicare questa bella notizia!
Per saperne di più sulla loro comunità parrocchiale cliccate qui.

Resoconto 2012

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

600 people reached the top of Mt. Everest in 2012. This blog got about 3.300 views in 2012. If every person who reached the top of Mt. Everest viewed this blog, it would have taken 6 years to get that many views.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Sostienici!

Il sito gruppifamiglia.it, il blog gruppifamiglia.wordpress e la rivista di collegamento Gruppi Famiglia sono strumenti di promozione della pastorale familiare dell’associazione Formazione e Famiglia ONLUS e vivono grazie alla generosità di coloro che la sostengono.
Per sostenere economicamente queste iniziative potete versare un “contributo liberale” a:
Associazione Formazione e famiglia ONLUS, via R. Pilo 4, 10143 Torino, cf 97571710017 attraverso un bonifico bancario (codice IBAN IT39 O076 0101 0000 0003 6690 287) o con un versamento sul conto corrente postale n. 36690287.
I contributi liberali alle ONLUS sono detraibili nella Denuncia dei Redditi
A fine aprile di ogni anno viene reso pubblico sulla rivista e sul sito il bilancio dell’associazione, approvato dall’Assemblea dei soci, come da Statuto dell’associazione.
Poiché prevediamo un bilancio in rosso ci permettiamo di sollecitare il vosto aiuto per sostenere questi piccoli strumenti a servizio della famiglia fondata sul Vangelo.
Noris Bottin e il Consiglio di Presidenza

Equipes Notre Dame

Le Equipes Notre Dame (END) non sono nate da un progetto pianificato a tavolino, né dalla risposta ad una necessità pastorale: sono sorte per l’iniziativa e per l’esigenza maturata da coppie di sposi.
Sono nate [nel 1947] perché rispondevano ad un bisogno ormai diffuso nel laicato più sensibile, che aveva preso coscienza di come il repentino e cospicuo allungarsi della vita media aprisse al cammino di coppia un itinerario più lungo e complesso di quello racchiuso nella funzione riproduttiva; che comprendeva come la vita di coppia fosse un itinerario vocazionale e salvifico non subalterno; che voleva confrontare il significato del sacramento del matrimonio con il vissuto della propria esperienza; che cominciava a prendere consapevolezza del proprio ruolo all’interno della comunità ecclesiale.
Il fatto che il Movimento sia nato per rispondere all’esigenza delle coppie, gli ha lasciato impresso uno stile: È per questo che le END si sentono impegnate in una riflessione permanente su come armonizzare il carisma ispiratore con la lettura dei segni dei tempi che interrogano la coppia in ogni stagione della storia, e tendono a valorizzare la propria esperienza alla luce della Parola di Dio.
Tratto dal sito: http://www.equipes-notre-dame.it/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=53&Itemid=67&lang=it