Pacifismo ieri e oggi


Quando iniziò la guerra in Jugoslavia, con la secessione della Slovenia dalla Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia a fine giugno del 1991, il movimento pacifista veniva da dieci anni di lotte e mobilitazioni contro il riarmo nucleare e la militarizzazione del territorio.
La protesta pacifista fu quasi sempre, spesso, una protesta antiamericana: dal Vietnam all’Iraq, erano gli Stati Uniti i responsabili principali dell’interventismo militare nel mondo, Ma proprio poco prima del 1980 è invece l’URSS – con l’intervento in Afghanistan – a imitare gli Stati Uniti nel voler sottomettere chi nel “cortile di casa” non ci stava ad essere sottomesso: manifestazioni pacifiste non ce ne furono.
Di fronte allo scoppio della guerra in Jugoslavia, nessuno pensò ad una manifestazione nazionale o ad altre iniziative “eclatanti”, le si considerava inutili: c’era il bisogno di capire, di confrontarsi, di studiare le modalità migliori con cui muoversi, le iniziative più efficaci da prendere.
Di fronte a guerre provocate dalla bramosia di potere delle leadership nazionaliste (soffiando sul fuoco dei secolari contrasti nazionali ed etnici) in cui si mescolano motivi sociali ed economici, religiosi e atavici, i pacifisti hanno dovuto fare uno sforzo per adeguare le loro analisi e cambiare anche atteggiamento, più umile e rispettoso rispetto alle certezze delle precedenti epoche. Sempre di più capirono che invece di essere equidistanti bisognava essere equivicini a tutte le comunità nazionali (alle popolazioni civili, a chi si opponeva) coinvolte nel conflitto.
Giulio Marcon
Per proseguire nella lettura clicca qui!
Queste esperienze meritano di essere ripensate oggi, nel corso della guerra in Ucraina, per dare strumenti concreti di azione a chi non si arrende alla logica della risposta armata alle armi, ma vuole spezzare la spirale della violenza per fare spazio a veri negoziati di pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...